ZUBIN MEHTA E LA NONA SINFONIA DI BEETHOVEN: IN PIAZZA DEL PLEBISCITO ANCHE GIORGIO NAPOLITANO

ASCOLTA ALCUNE NOTE DEL CONCERTO In prima fila ad applaudire il maestro Zubin Mehta in piazza del Plebiscito anche il presidente della repubblica Giorgio Napolitano, che ritorna a Napoli a distanza di pochissimi giorni dal suo soggiorno caprese. “La città di Napoli al maestro Zubin Mehta e alla sua arte che avvicina i popoli”: queste le parole incise sulla targa che questa mattina il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino, nella sala giunta del Comune, ha consegnato al maestro indiano, che stasera dirigerà in piazza del Plebiscito doppio coro e doppia orchestra – del San Carlo e del Maggio Fiorentino – davanti a quasi novemila spettatori. Il sindaco Iervolino e il Governatore Antonio Bassolino hanno esplicitamente ringraziato il maestro Mehta per la sua scelta di esibirsi a Napoli rinunciando al cachet, contribuendo in questo modo a rilanciare l’immagine della città, un città che – come ha ricordato il presidente della Regione – ha nella cultura la sua massima risorsa. Stasera in programma la nona sinfonia di Beethoven, partitura simbolo, con l’Ode alla gioia scelta dall’autore per il monumentale Finale, dell’unione fra i popoli. “E’ un invito alla fratellanza universale” ribadisce il maestro Zubin Mehta (INTERVISTA IN ALLEGATO). Grande attesa insomma per il concerto-evento, che rappresenta anche il sostegno personale che il maestro ha inteso dare al Teatro San Carlo: “Quando abbiamo saputo che il teatro è in difficoltà, quando abbiamo appreso di questo restauro, e dei problemi che del resto tutti i teatri italiani hanno, abbiamo accettato subito” ha detto il maestro in una sala Giunta gremita di giornalisti. Tante i vip e le autorità attese per questa sera, da Maria Grazia Cucinotta a Carla Fracci, da Lina Sastri a Roberto Bolle, da Nicoletta Mantovani al Sindaco Iervolino.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *