TINTARELLA INTEGRALE, ECCO LA MAPPA SEGRETA

Sono quasi spiagge segrete. Indirizzi difficili da reperire anche sul web. Le oasi marine riservate ai naturisti (leggi: nudisti, ma guai a chiamarli così) si tramandano con il passaparola, e quasi sempre non sono riconosciute legalmente. Eppure le spiagge per chi ama fare il bagno completamente nudo, esistono eccome. Anche in Campania. E così, come ogni anno, riparte il tormentone del nudismo. Alla vigilia dell’estate infiammano le polemiche sulla legalità di questi luoghi riservati a chi ama praticare il naturismo. Diversamente dall’Europa, in Italia, queste aree sono poco conosciute e spesso isolate. Pochissimi luoghi, ben precisi, dove spogliarsi completamente da ogni tabù e vivere a contatto con la natura. Napoli non ha spiagge per nudisti, ma basta spostarsi a Portici per godere di un luogo affascinante e lontano da occhi indiscreti. Per raggiungerlo bisogna superare la spiaggia adiacente il ristorante “Ciro a Mare” e inoltrarsi lungo la scogliera. In Campania, è Ischia, la perla del golfo, a regalare mete da sogno riservate a bagnanti “senza veli”. Iniziamo con lo Scoglio di Zaro: e’ un luogo bellissimo, immerso in una natura quasi selvaggia e per questo motivo è anche abbastanza difficile da raggiungere. Zaro è un bosco che si trova a Forio. Per chi decide di raggiungere questo luogo in taxi, basterà chiedere al tassista di scendere al campo di bocce nei pressi di Zaro. Di fronte si trova un sentiero da intraprendere stando bene attenti all’ostilità della discesa in cui ci si imbatte. Proseguendo la mappa campana delle spiagge per nudisti, non si può non citare Sorrento. Ai famosissimi bagni della Regina Giovanna, è possibile trovare aree più apportate dove mandare giù il costume. E poco importa se qualche occhio indiscreto potrà incrociare qualche parte intima, infondo è un rischio in cui è ben consapevole di imbattersi chi proprio non resiste a bagnarsi coperto. Anche la spiaggia di Sperlonga, meglio conosciuta come “300 gradiuni” nei pressi di Formia, è consigliata per il naturismo. Il tour termina a Palinuro e a Marina di Camerota. Nel pirmo caso, c’è una bella spiaggia per naturisti nella pineta antistante l’arco naturale. Nel secondo caso, basta chiedere agli abitanti del posto per consocere il giusto indirizzo. E mentre impazza la consueta polemica se legalizzare o meno queste spiagge, si apprende da un sondaggio della rivista Focus, che quasi l’83 % degli italiani considera non osceno il denudarsi completamente, e circa l’85 per cento sarebbe favorevole ad aprire alcune spiagge al nudo, prendere la tintarella integrale nel posto sbagliato può fare incorrere in denunce e supermulte. Quindi attenzione a dove vi spogliate! Dal sito “Unione naturisti italiani” si apprende, poi, che il naturismo è un ideale umanistico che prende spunto dal mondo classico greco e dai moderni precetti medici, psicologici ed ecologici, per avere un rapporto più corretto con sé stessi, con gli altri e con l’ambiente circostante.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *