PICCOLI MARINAI CRESCONO CON DON LUIGI MEROLA

Abitando a Napoli, il mare lo conoscevano già. Ma i venti bambini dell’Arenaccia, che hanno partecipato al progetto “A voce do mare”, non avrebbero mai pensato che le acque che bagnano la nostra città avrebbero potuto riservargli ancora così tante emozioni. Grazie alla Fondazione di don Luigi Merola “A Voce de creature” e alla preziosa collaborazione dell’Associazione Sostenitori Giovani Amici del Mare onlus, costituita da militari delle fiamme gialle, e dal csi Gaiola, i piccoli navigatori hanno potuto scoprire da vicino le meraviglie del parco marino sommerso, patrimonio dell’Unesco, veleggiare tra le nostre acque per toccare con mano la vita marinaresca, provare l’emozione della pesca sportiva e vedere da vicinissimo le bellezze del fondale marino grazie alla telecamera subacquea dell’associazione. Oggi, sempre a pochi passi dal mare, il momento conclusivo di un progetto che ha entusiasmato i più piccoli e il loro speciale capitano, don Luigi Merola (INTERVISTA IN ALLEGATO). A sostenere l’iniziativa della Fondazione “A voce de creature”, attiva in progetti di sostegno scolastico e di aggregazione sociale, l’Associazione Sostenitori Giovani Amici del Mare onlus. Ai nostri microfoni il finanziere e ideatore dell’iniziativa Fabio Grasso (INTERVISTA IN ALLEGATO).

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *