ADELE VICCARO E ROSARIO ESPOSITO LA ROSSA VINCONO IL PREMIO SIANI 2008

Gli anni di piombo e la vita di un ragazzo di venti anni che abita a Scampia. Sono questi gli argomenti scelti dai vincitori del Premio Siani 2008, evento organizzato da cinque anni dal quotidiano Il Mattino in onore di Giancarlo Siani, il 25enne cronista assassinato dalla camorra il 25 settembre del 1985. Sono stati il fratello di Giancarlo Siani, Paolo, e Marco Risi, il regista che ha girato il film sulla vita del giovane giornalista napoletano (che a breve uscirà nelle sale di tutt’Italia) a premiare la studentessa della Federico II Adele Viccaro per il suo lavoro “Gli anni di piombo e lo stragismo” e Rosario Esposito La Rossa per il suo libro Al di la della neve, una raccolta di storie ambientate a Scampia narrate dal giovane di venti anni che nel quartiere della faida è nato e continua viverci. Grazie al premio Siani, i due vincitori riceveranno 3mila e 2 mila euro. Nell’ambito del premio è stata assegnata anche una borsa di studio a un’allieva del master di giornalismo dell’Università Suor orsola Benincasa. Alla cerimonia di premiazione, oltre ai vertici del quotidiano di via Chiatamone, il prefetto Alessandro Pansa e alcuni esponenti della magistratura e delle forze dell’ordine, tra cui il colonnello Gaetano Maruccia, capo del comando provinciale dei carabinieri e il presidente della corte d’appello di Napoli, Raffaele Numeroso. Menzioni speciali per Santa Precaria di Raffaella Ferrè, Coca Connection di Andrea Amato e Roberto Giuliano, La Repubblica dei feudi di Nello Trocchia. Ecco il commento del presidente dell’ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli sull’esito della V edizione del premio Siani.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *